Attualità
    21.02.2019: Sicurezza sul lavoro: bisogna fare di più

    Sicurezza sul lavoro

    L’ennesima morte bianca riporta drammaticamente all’attenzione il tema della sicurezza sul lavoro in Alto Adige. La magistratura accerterà le eventuali responsabilità per l’incidente accaduto ieri sull’autostrada del Brennero, ma non è più accettabile l’indifferenza che si riscontra rispetto a questo tema. Passano gli anni e le giunte provinciali, ma nella sostanza in prevenzione e capacità sanzionatoria si investe sempre troppo poco.

    Eppure nel rapporto INAIL 2018 si nota ancora una crescita delle giornate perse a causa d’infortunio. Questa è di 3 volte superiore alla crescita della massa salari assicurata. Significa che il trend negativo della frequenza degli infortuni rispetto alle ore lavorate non si arresta.

    Nel 2017 sono state perse 190.111 giornate di lavoro: e 14.247 rispetto al 2016.  Rispetto al 2015 sono ben 19.198 in più.

    Dal 2009 esiste il “Comitato di Coordinamento Sicurezza” che in 10 anni si è riunito solo 5 volte senza deliberare nulla di significativo e i risultati sono sotto gli occhi di tutti. Si tratta di un organo presieduto dal Presidente della Giunta Provinciale e che dovrebbe implementare tutte le politiche di prevenzione del nostro territorio. Oggi si fanno iniziative a macchia di leopardo e la tutela del lavoro è lasciata alla buona volontà dei soggetti coinvolti.

    Nei giorni scorsi abbiamo incontrato Philipp Achammer che nel nuovo governo provinciale ha ricevuto questa delega. Ci ha promesso il massimo impegno per migliorare la situazione e ora attendiamo i fatti.